EGRIB, partner del nuovo progetto europeo DECOST sulla valorizzazione decentralizzata dei rifiuti urbani organici nell’area del Mediterraneo

DECOST “Decentralised Composting in Small Towns” è un progetto europeo che mira a preservare un ambiente di vita sano e sostenibile nelle comunità locali del Mediterraneo affrontando la problematica della gestione dei rifiuti urbani ed è finanziato con lo strumento Europeo di vicinatoper l’area del Mediterraneo (ENI – CBC – MED).

Il progetto, dichiarano il Dr. Nicola Andrea Cicoria ed il Prof Francesco Fatone,intende promuovere un nuovo quadro di gestione sostenibile dei rifiuti attraverso un sistema a ciclo chiuso di valorizzazione dei rifiuti organici integrando sistemi decentralizzati di compostaggio domestico e locale con l’agricoltura urbana o rurale.

DECOST si basa sulla partecipazione di una vasta gamma di attori, tra cui gestoried agenzie di regolazione del ciclo urbano dei rifiuti, Comuni e Centri di Ricerca di 6 diversi Paesi dell’area euromediterranea che daranno vita a una partnership internazionale per condividere e valorizzare background e competenze diverse nei processi di governance.

Le iniziative pilota per la creazione di piani integrati di gestione dei rifiuti solidi urbanimireranno a ridurre lo spreco alimentare e valorizzare 1.500-2.000 tonnellate / anno di rifiuto organico, a utilizzare il compost prodotto in ambiente urbano in progetti di agricoltura, a creare posti di lavoro verdi attraverso i team DECOST e ad affrontare la sostenibilità municipale a livello strategico a lungo termine

Le iniziative pilota e dimostrative saranno implementate in 4 diversi Paesi:Spagna, Italia, Giordania e Palestina. In Italia l’implementazione dell’Azione pilota avverrà esclusivamente in Basilicata. Gli unici attori italiani saranno l’Ente di governo per la gestione dell’acqua e dei rifiuti di Basilicata e il gruppo di Ingegneria ambientale dell’Università Politecnica delle Marche entrambi guidati da lucani e precisamente il primo dall’amministratore unico Dr. Nicola Andrea Cicoria ed il secondo dal coordinatore Prof. Francesco Fatone.

Gli altri Paesi coinvolti sonoGrecia ed Israele e gli altri partner sono:

  • FUNDACIÓ UNIVERSITÀRIA BALMES – Spain – Coordinatore
  • Faculty of Agriculture – Palestine Technical University Kadoorie – PTUK – Palestine
  • Department of Natural Resources and Environment – Jordan University of Science and Technology – JUST – Jordan
  • Irbid Agriculture Directorate – IAD- Jordan
  • The Galilee Society, Institute of Applied Research – GALSOC – Israel
  • University of Patras – UPATRAS – Greece