A Ferrandina, eventi e manifestazioni promosse da EGRIB

Si è tenuta oggi, 17 dicembre, a Ferrandina la prima fase del programma di eventi e iniziative, promosso dall’E.G.R.I.B. e organizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e le Istituzioni Scolastiche, che ha per tema il recupero e il riuso dei rifiuti attraverso la realizzazione di oggetti decorativi in vista del Natale.
Alla giornata, arricchita dalla partecipazione di circa 500 ragazzi delle scuole dell’infanzia e della primaria, accompagnati dagli insegnanti, sono stati presenti il Sindaco, il Vicesindaco, parte della Giunta Comunale e i cittadini che hanno voluto seguire da vicino l’evento.
“Prima della fine dell’anno scolastico – ha affermato l’Amministratore Unico dell’EGRIB, Dott. Nicola Andrea Cicoria – verrà completato il programma che, d’intesa con il Comune di Ferrandina e con gli Istituti Comprensivi, abbiamo voluto realizzare. L’evento conclusivo darà ai ragazzi e ai loro genitori ancora più valore alla cultura e alla pratica del recupero e riciclo, all’impegno che insegnanti ed allievi hanno portato avanti, e sarà un fattore significativo all’avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata a Ferrandina”.
Per Anna Lanza, referente dell’E.G.R.I.B. “questa prima fase, dell’articolato programma – che, a partire da marzo, prevede laboratori sul compostaggio fai da te mediante il recupero della frazione organica – ha riguardato la produzione di addobbi natalizi e oggetti decorativi che hanno arricchito i presepi creati con il recupero di materiali (in carta e cartone, plastica, vetro, alluminio, ecc…), altrimenti abbandonati come rifiuti. Gli allievi delle scuole (in età tra i 3 ed i 15 anni), oltre agli oggetti riciclati, hanno anche preparato recite, giochi e canti sul Natale, prendendo come spunto i rifiuti e il valore che questi hanno se correttamente differenziati. I ragazzi delle scuole secondarie di primo grado hanno dato il loro contributo, sotto la guida degli insegnanti e con il prezioso aiuto dei genitori e il coinvolgimento delle parrocchie, allestendo in piazza l’Albero del Riciclo, addobbato con oggetti riutilizzati”.